drow-f drow-m

Descrizione fisica
I drow, o elfi scuri, hanno la pelle nera ed i capelli bianchi, sebbene questi possano avere più sfumature (tendono al bianco nelle femmine ed al grigio nei maschi, mentre alcuni drow hanno i capelli argentei fin dalla nascita) e talvolta vengono tinti d’argento da seguaci di altre divinità, per mostrare che non seguono Lloth. I loro occhi sono solitamente rossi, raramente marroni o verdi, gli occhi blu o viola indicano di solito che il sangue del drow
non è puro.
Quando un drow si arrabbia i suoi occhi sembrano illuminarsi, spesso quando succede anche gli occhi non rossi assumono una sfumatura di quel colore.

Le femmine sono più forti e robuste fisicamente rispetto ad i maschi, pesano dai quaranta ai cinquantacinque chili, contro i trentacinque-cinquanta maschili. Nessun drow maschio supera il metro e cinquanta ed anche le femmine lo superano raramente, sebbene in media siano più alte dei maschi.

Società e Costumi
I drow vivono nel sottosuolo, loro Dea è Lloth.
Normalmente la società drow è matriarcale, tranne alcune rare eccezioni costituite da gruppi drow non fedeli alla Dea.

La legge drow è molto severa, e solitamente ogni reato o quasi può venire
punito con la morte, ma la rigidità del sistema legislativo drow è praticamente solo un’apparenza, infatti la cosa che in realtà punisce la legge drow è l’essere stati scoperti, non l’aver commesso il fatto, anche se questo non viene mai detto esplicitamente. Le casate esistono solo come naturali alleanze ed al loro stesso interno vi sono intrighi, complotti, omicidi…
Ogni femmina nobile deve essere Caotico-Malvagia, in quanto solo in questa
maniera può essere sacerdotessa, e nessuna famiglia permetterebbe che una delle femmine non sia totalmente dedita alla Dea Ragno, per paura di attirare la Sua ira su di se.
E’ conseguenza di ciò che, essendo ogni famiglia guidata da una matrona, le
lotte intestine per il potere fra casate sono all’ordine del giorno e questo è quello che vuole la Regina Aracnide.
Questo nel sottosuolo.
Capita talvolta che dei drow siano costretti ad abbandonare la propria casa, la
propria identità o persino la propria città (e vista la pericolosità dei viaggi nel sottosuolo questa non è una cosa da prendere alla leggera) in seguito alla disfatta della propria famiglia o per qualche condanna a morte emanata, ma non ancora eseguita, che gravi sui fuggitivi.
In tal caso spesso muoiono o trovano rifugio in gruppi di mercenari o come soldati per qualche altra casata. Altre volte però fuggono in superficie, se credono di non essere al sicuro nel sottosuolo oppure se sono seguaci di qualche divinità diversa da, Lloth ed in tal caso fuggono in piccoli gruppetti in superficie, dove sperano di trovare una nuova vita, mentre spesso trovano solamente frecce elfiche ad attenderli.

I drow vestono solitamente di abiti neri, viola, rosso scuro o con i colori della propria Casata. Il piwafwi, un particolare mantello magico da loro adoperato, resiste al fuoco grazie agli incantesimi su di esso applicati.

Rapporti con le altre Razze
Data la loro società fatta di intrighi e tradimenti, i drow, non sono propensi a sentimenti come la fiducia, nemmeno verso i loro simili, quindi di conseguenza i loro rapporti interraziali sono fatti di odio-disprezzo.

Gli elfi scuri odiano le razze potenti quanto la loro o che ritengono perlopiù alla pari, come gli Elfi Alti, con i quali sono in stato di ostilità da secoli, intermezzati da tregue armate o patti di convenienza.

Il loro disprezzo va alle razze che ritengo inferiori (cioè tutte le altre), con le quali possono intavolare negoziati commerciali o di pace, anche se questi trattati verranno rotti appena una situazione più vantaggiosa si presenterà ai drow.

Religione
La Regina Aracnide, la Dea Oscura, la Signora del Caos, questi alcuni dei nomi che i drow usano riferendosi alla loro Dea: Lloth.

Una divinità degna di loro, gode nel mettere i suoi adepti uno contro l’altro perché sia il più forte a prevalere per continuare a servirla.

Ama la distruzione, la disperazione, la morte e il dolore.

Pronta a dare i suoi favori sul capriccio del momento e ancor più a negarli, provoncando la morte dei suoi servi.

I suoi chierici sono tutte Femmine; queste fanno di tutto per ottenere il favore della Dea, nessun tradimento o crudeltà è abbastanza se serve a questo scopo.

Breve storia a Mon
Narrano le leggende che dopo ripetuti terremoti il sottosuolo cambiò talmente che alcuni persero la via e vagando nei cunicoli, nelle profondità della terra, arrivarono in un enorme caverna dove si stabilirono, solo dopo altre scosse il terreno si aprì e rivelò ai drow che sopra c’era una terra fertile e abitata.

Dopo un primo periodo di relativa pace i drow si scontrarono con i nani che per la loro brama di metalli sconfinarono nel territorio degli elfi scuri, numerose furono le schermaglie e sanguinose le perdite da entrambe le parti.

Secoli dopo un altro avvenimento scosse la comunità drow dell’isola, alcune femmine, figlie di matrone decisero di fondare nuove casate per conto proprio e partirono da Amyn verso altre caverne sotterranee, nacquero così le città di Rilauven e di Erelhei-Cinlu, una a nord di Mon e una ad est.

Il numero crescente di elfi scuri rese necessarie scorrerie in superficie alla ricerca di schiavi per le miniere, dove avvennero i primi scontri con gli elfi dell’Isola. I drow però reputandoli non adatti a diventare schiavi catturarono dei goblin e tennero gli elfi per i sacrifici. ”

Durante l’ultimo secolo i drow di Amyn hanno visto nascere a pochi chilometri dal loro ingresso al Sottosuolo una città di umani, Minur, meta di rifugiati di ogni razza.

Valutando per loro fruttuosi degli scambi commerciali con la città e le genti che ospita, i drow di Amyn han fatto dei patti di non aggressione con le autorità della città. questo ovviamente fino a quando lo riterranno vantaggioso.

Classi consentite
La classe chierico è limitata solo al sesso femminile, la classe guerriero a entrambi i sessi, i maghi solo maschi, le ombre, solitamente maschi, comprendono assassini, esploratori.

Stats Obbligate
Destrezza: non inferiore a 14
Intelligenza: non inferiore a 10
Età minima consigliata: 80 anni

Written by admin