Mezzorchi

mezzorca mezzorco

Nessuno sa bene come siano nati i primi Mezzorchi. Alcune storie narrano dell’unione violenta tra Orchi e umane avvenute durante la Prima Era; tuttavia secondo Lineus de’ Munchestan ed altri membri dell’Accademia Metanaturalistica di Oxenforth, queste sarebbero assurde dicerie: l’ibrido primogenito sarebbe l’esclusivo prodotto di un incrocio magico operato dai C’Urumann, un’oscura setta di stregoni. Queste creature vengono spesso confuse con i più comuni Mezzorchetti, ibridi generati dall’unione di un Orchetto (un umanoide bestiale alto in media 1,80 m) ed un Umano (di solito femmina), evento solitamente possibile in terre selvagge o interessate da conflitti razziali (come i territori di Tindaros). Le differenze fisiche tuttavia sono notevoli! I Mezzorchi non raggiungono le dimensioni dei loro genitori bestiali, ma anche i più piccoli mostrano corporature veramente massicce e dimensioni mai inferiori ai 2 metri; alcuni di loro arrivano persino ai 2,40 (rispetto ai circa 2,50- 3 metri degli Orchi). Non sono quindi mai veramente agili, anzi, risultano goffi se paragonati agli Elfi, ma sono molto forti e i loro colpi in battaglia risultano devastanti. La loro pelle è la mescolanza dei tratti derivati dai genitori e può variare dal giallo-paglia all’ocra, dal grigio-muffa al verde oliva, tuttavia altre rare pigmentazioni sono possibili. Gli occhi sono in genere giallastri, grigiastri o verdastri: nelle forme più violente hanno spesso sfumature sanguigne. Come i loro mostruosi parenti, i Mezzorchi possiedono una (limitata) scurovisione (visione nel buio in bianconero). In genere non amano armi raffinate come l’arco, preferendo quelle che richiedono grande forza, come le scuri d’arme bipenni o le mazze ferrate; molti Mezzorchi girano il mondo come barbari o mercenari. Queste creature, fortunatamente rare, vivono in piccoli gruppi familiari dominati dal capo clan (l’individuo più forte e brutale). Unioni con altre razze sono rare e generalmente avvengono in maniera violenta (di solito con umane): se la madre sopravvive al parto, il figlio o la figlia nata presentano ancora forti caratteri orcheschi. I Mezzorchi sono sì più deboli degli Orchi, ma compensano questo elemento con un’intelligenza superiore (secondo i canoni orcheschi) derivata dal lato Umano. Rispetto allo standard umano invece sono un po’ tardi (fanno eccezione figure come Gulgash Mothkhan il leggendario Mezzorco Magi di Mon). Il loro carattere tuttavia resta sempre molto rude e violento, o quantomeno molto caotico anche negli individui più buoni (cresciuti in un ambiente estraneo ai clan). I mezzorchi di solito parlano (ma non scrivono!) una rozza forma di comune e l’Urukon, la lingua degli Orchi (che esiste in forma esclusivamente parlata), tuttavia sono possibili variazioni legate all’ambiente in cui il Mezzorco è cresciuto (Gulgash fu allevato da un mago). Il sangue di questa genia tradisce le sue origini anche nella longevità: i Mezzorchi non vivono a lungo (almeno rispetto ai parametri di altri umanoidi) ma passano come fugaci e rabbiose onde nel mare della vita; perdurano anche meno degli Umani a causa dello stile di vita spesso violento e rude e in generale nessuno di loro supera i 60 anni. I nomi dei Mezzorchi sono generalmente derivati da altre lingue e mutati in lingua Urukon, tuttavia individui allevati in ambienti esterni al clan possono portare nomi legati ad altri linguaggi. Esempi di nomi in Urukon: Kailar, Sayag, Yagrai, Gruw, Karakh, Snakal, Morgon, Sarkath, Volprak, Bakhdum, Vnazkaal, Khoosh, Xag’tham.

Età minima consigliata: 20 anni
Stats minime consigliate: Forza 14 – Costituzione 13