Rispondi a: Rapporti:

Forum Gilde Gendarmi di Minur Rapporti: Rispondi a: Rapporti:

#3420

SixFinger
Partecipante

Vis et honor Prefetto Malespine,

è con un certo orgoglio che vi comunico che l’Ouroboros è stato trovato!
Nella notte di Salath 26 di questa Luna dei Germogli, mi sono unito ad un piccolo gruppo di ricerca, formato dalla gendarme scelta Drasiel, sire Runner, il sacerdote Numa ed il mago Heylel, seguito dal drow Negator. Ci siamo recati alle rovine della vecchia università, seguendo alcuni blandi indizi forniti dalle stesse fate. Vi abbiamo trovato una pietra che, riflettendo la luce della luna piena, ha mostrato alcune scritte, poi tornate del tutto invisibili. Nel mentre è comparso uno spettro, che solo a gesti, senza parlare, mi ha permesso di capire con precisione l’ubicazione dell’oggetto incantato. Non immaginate il mio sconcerto, dopo aver anticipato la corsa del drow per il suo recupero, di trovarlo praticamente in riva al fiume non molto distante dall’ingresso dell’Underdark.
Posto a cui, tra l’altro, avrei voluto evitare di avvicinarmi, soprattutto da solo… ma il drow aveva dimostrato una certa premura per il suo ritrovamento ed ho pensato che non fosse saggio lasciarlo recuperare da esso. Anche perché, una volta tornato in città, l’ho incontrato nuovamente ed ha espresso la volontà di restituirlo direttamente a Nyx. La fata della notte, la più violenta tra quelle incontrate in città. Sinceramente non penso sia una buona idea e mi premurerò di discutere della cosa a fondo con gli altri cercatori, per cercare di capire quale sia ora la mossa migliore da fare.
Per inciso, al momento ho timore di avvicinarmi ad Amyn per un’informazione piuttosto spinosa giuntami proprio da Negator. Pare che il mio acquisto del piwafwi abbia scatenato le ire di qualche matrona, che ha messo una taglia sulla mia testa e sul recupero dell’artefatto. Mi sono permesso di fargli notare che è stato proprio lui, come mercante del Clan a propormi l’acquisto del mantello e che per questo, ogni minaccia mi risulta assurda. Nella speranza che approviate, gli ho chiesto di comunicare alle alte sfere, che il mantello sarebbe stato restituito al termine di questa faccenda delle fate, previa restituzione del denaro speso. Ho aggiunto che se mi fosse successo qualcosa, avrei lasciato disposizioni di bandire i drow del Clan di Amyn dalla città e di far chiudere la loro ambasciata. Non ritengo accettabile un simile comportamento e mi è parsa la risposta più adeguata. Spero concorderete con me.

Debbo però chiedervi delucidazioni sulla mancata comunicazione dell’arrivo di dama Beatrice da Anuril. Vorrei capire come mai non sono stato informato della presenza in città di una figura tanto importante… o devo pensare che sia tutta responsabilità dell’ex colonnello Jagan? Dato che da quanto ne so, era a conoscenza della sua presenza e delle motivazioni del suo arrivo, oltre alle notizie di possibili guerre con la nostra cittadina da lei riportate.

Vi informo anche di alcuni sospetti mossi da sire Runner nei confronti della città di Portoga, che al momento mi paiono piuttosto sensati e degni di nota. E’ in effetti possibile che vi fosse stato un processo ad Anuril, di cui non siamo stati informati, durante il quale la pena per Jaron sia commutata in semplice prigionia a vita. Ho chiesto al Vicario d’informarsi a riguardo al più presto. E’ l’unica ragione che potrebbe venirmi in mente, oltre ad un coinvolgimento diretto di lord Taurus o del suo Vicario lord Fontag. Sarebbe se no ben strano che un simile evento, come la mancata esecuzione, sia loro sfuggito per oltre dodici anni.
In questo caso, l’ingerenza di Portoga e l’improvvisa sparizione dei cavalieri di scorta all’ambasciatore, acquisterebbero nuova ed inquietante luce. Sarebbe in effetti possibile trattarsi interamente di una manovra dei portoghesi, a partire dalla fuga di Jaron, sino all’assassinio del loro stesso ambasciatore, per mettere l’Ordine di Anuril in cattiva luce. Personaggio che, per quanto piuttosto rilevante all’interno dell’economia di Portoga, aveva comunque origini abbastanza umili da poter forse essere considerato una pedina sacrificabile per iniziare a muovere accuse anche sull’integrità di Minur, oltre che di quella della città di Anuril e del suo Ordine tutto. Anche se si tratta solamente di supposizioni in effetti, le accuse di corruzione pervenute a sire Runner, direttamente dal Gran Maestro di Portoga, risultano piuttosto pesanti e rilevanti nella situazione geopolitica attuale dell’isola.

Vi comunico inoltre che l’ispezione nella stanza di Saybeth ha avuto un risvolto inquietante e pare confermare il suo coinvolgimento con il dio oscuro ed i suoi seguaci in città. Per la precisione, abbiamo ritrovato un paio di pergamene nel fondo nascosto dell’armadio ed in un cassetto dello scrittoio, in verità assai rovinate, dove però è possibile trovare gli stessi riferimenti di quella ritrovata da sire Runner. In una di esse, seppur quasi illeggibile, pare nominato Acaenn, figura già più volte attenzionata dalla Gendarmeria e da me personalmente dopo le strane circostanze della sua resurrezione. Galber ha però provato a giustificare la cosa, sostenendo che la Federazione non sia un forte inespugnabile e che qualcuno potrebbe essere entrato… sinceramente mi pare poco plausibile, dato che la stanza era chiusa a chiave e non presentava segni di scasso. Lo stesso ordine innaturale lasciato dalla dama, fa pensare che nessuno vi abbia messo piede dopo la sua dipartita e che potesse avere in mente di intraprendere un viaggio. Cosa che potrebbe essere confermata dal ritrovamento di una terza pergamena contenente un consistente ordine di armi per la Federazione.
Mi permetto di ricopiarvele.
Quella da me ritrovata nel cassetto in cui, oltre ad essere citato il Baco, potrebbe comparire il nome di Acaenn è scritta con grafite, solo alcuni appunti sono leggibili, gli altri sono stati forzatamente cancellati con qualcosa che ha assottigliato lo spessore della pergamena

________

Il B…c…

M..vis.

A..a..n.

…en…sa

Tr…sg…r…i
________

 

Quella invece ritrovata da Drasiel, era parzialmente bruciacchiata e riportava queste parole:

________

…il baco sparisce sotto ….

le civete e i punzoni stan…

E gli spiriti che brandisc….

…rrebbero con ali di corv….

…molto il tempo che gli res….

….e superino le onde del cie…

…ettatevi muse correte,

… spirito non più tr.…
________


Come detto in precedenza, vi sono molti riferimenti alla pergamena trovata da sire Runner.

Mi spiace però comunicarvi che messer Myrdin non era presente e che quindi non me la sono sentita di procedere con la riscossione dei tributi con la sola presenza di Galber. Nel caso non riuscissi a contattare il mago al più presto, procederò comunque.

Ne approfitto per comunicarvi che le casse della Gendarmeria sono ormai vuote e che non sarò in grado di pagare gli stipendi del prossimo mese, oltre al fornire alla nuova leva Drasiel, l’equipaggiamento a lei più confacente. Vorrei in oltre sapere se potete indicarmi un qualche esperto in grafologia, credo si dica così.. Avrei bisogno di un occhio più esperto per confrontare alcune calligrafie e fugare alcuni pesanti dubbi che mi gravano sul cuore.

Per il momento credo sia tutto, spero di non essermi dilungato troppo.
In fede,

        § Generale Serpico §

Manfred & Grimo

Gli uomini fanno progetti e gli Dei sorridono...