Il veterano ed il Teologo [Tribunale di Tharion] Runner – Horace

Forum Le Stanze di Narin Il veterano ed il Teologo [Tribunale di Tharion] Runner – Horace

Questo argomento contiene 8 risposte, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da  lotus 9 mesi, 1 settimana fa.

  • Autore
    Articoli
  • #3660

    lotus
    Partecipante

    Il Vicario del Gran Maestro è seduto al grande tavolo del Tribunale di Tharion con i gomiti appoggiati al bordo e le mani posate sul piano, con gli avambracci paralleli. Tra di essi un foglio di pergamena con impresso il sigillo del Tempio di Minur e poche righe vergate ” Al Gran Maestro di Anuril “.

    La penna d’oca è poggiata a lato del foglio e Runner lo osserva pensieroso, mentre attende l’arrivo di un suo confratello, un valido aiuto giunto proprio da Anuril, un ‘uomo semplice dall’aria possente: il nuovo teologo, Padre Horace.

     

  • #3664

    Rosenkavalier
    Amministratore del forum

    [HORACE BEAUDEVILLE]

    Sono prima i passi pesanti dell’uomo corpulento a sentirsi, poi si apre la porta della sala, palesando Horace, la sua barba cespugliosa, il suo bastone che sembra, al momento, aiutare la sua spossatezza fisica.

    C’è davvero tanto da fare in questa città…

    Borbotta tra sè e, notando Runner, si dirige verso questi, continuando a parlare.

    … per riportare fede, luce e speranza nelle anime sbiadite dei suoi cittadini. 

    Si ferma a pochi passi dal cavaliere per studiarlo, entrambi le mani appoggiate su Dottrina, il suo compagno fidato di legno e metallo. Horace prende grandi respiri, aspettando che l’attenzione del cavaliere si sposti su di lui.

    ------ MASTER 03 -------

  • #3673

    lotus
    Partecipante

    Siede così concentrato, così intento a fissare il foglio bianco che quasi non si accorge del giungere del Teologo, ma sarebbe impossibile non accorgersi di lui. Alza lo sguardo infine e mentre si distoglie dalla postura appoggiandosi allo schienale della sedia saluta il nuovo giunto nel Tribunale. ” Mithas Padre Horace, benvenuto. Grazie per aver interrotto i vostri servigi alla popolazione ed essere giunto qui da me” indica una sedia davanti a lui oltre il grande tavolo. ” Sedete se vi fa piacere, immagino sarete stanco e magari affamato, vi faccio portare qualcosa?” Lo guarda con serenità e franchezza, nonostante la fronte sia rimasta corrugata e pensierosa. ” Dobbiamo parlare Padre Horace. Ho bisogno del vostro aiuto.”

     

  • #3682

    Rosenkavalier
    Amministratore del forum

    [Horace]

    “Mithas, cavaliere” risponde l’uomo a sua volta, prima di scansare una sedia, poggiare sul tavolo Dottrina e scuotere la testa “Il vostro bisogno ha la precedenza, cavaliere… ditemi…” fissa Runner con espressione seria, la fronte aggrottata “Immagino che abbia a che fare con quanto è accaduto ad Anuril…”

    ------ MASTER 03 -------

  • #3692

    lotus
    Partecipante

    Annuisce lento verso il Teologo, restando appoggiato allo schienale della sedia. ” Si Padre Horace. Sarò franco e diretto come è giusto che sia tra noi. Il problema sono i Figli di Tharion, il problema che mi affligge è Jaron.! lo sguardo è mantenuto fisso negli occhi del teologo, ma poi si sposta sul foglio bianco ” E’ tempo che scriva al Gran Maestro di Anuril per i fatti occorsi ed è tempo che scriva al Gran maestro di Portoga” ora lo sguardo è posto di nuovo su Horace. ” Mi fido di voi come un padre, sono certo che Voi abbiate a cuore la vera dottrina di Tharion e pertanto vi dico che è giunta l’ora che io sappia la verità su Jaron, affinchè sappia cosa scrivere al Gran maestro di Portoga e ed al sommo Gran maestro di Anuril. Sono certo che voi saprete darmi le risposte di cui ho bisogno e credetemi mai quanto adesso io ne ho bisogno. Da ciò che scriverò nelle due lettere potrebbe dipendere il futuro dell’Ordine e dei Figli di Tharion, secondo la visione del tutto concessami dalla fata della Pioggia, insieme ad altri.”

    [OT: se l’argomento è troppo delicato affinchè lo si possa scrivere in chiaro su queste pagine, comprendo. Ma in ogni caso Runner deve sapere la verità di Padre Horace. Horace tuttavia potrebbe vergare due righe per Runner, come una relazione…..]

  • #3707

    Rosenkavalier
    Amministratore del forum

    [HORACE]

    “E’ un problema che ci affligge entrambi…” risponde con tono mesto l’uomo, fissando Runner mentre incrocia le dita sul tavolo.

    “Anni fa, quando giunse la notizia della sua cattura, eravamo tutti certi della sorte di Jaron… le fiamme che tanto agognava lo avrebbero dovuto abbracciare, per condividere la sorte di coloro che aveva fatto bruciare al rogo… il Gran Maestro Eliah era della mia stessa opinione, ma Lord Thauros era convinto della necessità di mantenerlo in vita, così almeno ho saputo tempo più tardi…”

    Horace sospira, portando una mano a massaggiarsi la barba folta.

    “… vi chiederete come mai, a cosa serviva portare Jaron in una prigione segreta ma, come neanche io come gran parte dei cavalieri ignorava tale luogo, ignoro anche le risposte che agognate e, temo, che non potrete ricevere risposte dai templi a cui intendete scrivere. Anche io porto nel cuore il peso di pesanti domande, domande che non mi fido ad esprimere neanche qui, tra queste mura… non sappiamo esattamente fin dove si sia spinta la sporca corruzione del teologo rinnegato, ma ho saputo che avevate un probabile Figlio anche in questo Tempio… me lo confermate?”

    ------ MASTER 03 -------

  • #3719

    lotus
    Partecipante

    Annuisce alle parole del  Teologo ” ve lo confermo. Uno dei nostri ha ucciso un prigioniero ed è  fuggito. L’uomo ucciso era uno schiavo di un Inquisitore, inviato dal suo padrone a recuperare un potente Manufatto. Ha fallito e probabilmente il suo padrone é venuto a saperlo. Il caso ha voluto che questa faccenda sia coincidente con il ritorno di Jaron, appunto un teologo, cui preme particolarmente il ruolo di inquisitore. Peccato per lui che l ‘oroborus, il Manufatto potente che lo schiavo cercava,  sia stato rinvenuto da terzi e la ricompenza per averlo consegnato alle fate é  già stata data. Vi posso assicurare che nessuno dei figli di Tharion l’ha ricevuta.

    Guarda di nuvo il foglio bianco. ”  non è  di Jaron che voglio domandare nella mia lettera, non della sua fine almeno.” Torna a guardare Horace ”  vi chiedo dispensa di mentire. Credete che se il fine è  giusto possa essere un motivo valido perche un cavaliere, un veterano possa farlo?”

     

  • #3729

    Rosenkavalier
    Amministratore del forum

    [HORACE]

    Il teologo di Anuril ascolta con molta attenzione le parole del cavaliere, senza mai interromperlo. Rimane qualche momento poi in silenzio, prima di commentare, con tono cupo: “Non ho avuto modo di studiare l’aspetto di questo… servo di Tharion, posto che non ci abbia mentito. Magari l’Inquisitore che serviva è uno dei nostri, magari invece è uno dei Figli… o Jaron stesso… se è stato ucciso da un traditore, da un seguace di Jaron, questo puo’ voler dire che sapeva qualcosa e i Figli si sono assicurati il suo silenzio…”

    Horace rimane in silenzio a massaggiarsi la barba, spostando lo sguardo dal volto bruciato del cavaliere alle sue mani, soffermandosi su qualcosa che sembra aver visto. Torna infine su Runner, per rispondere, con tono basso e pesante “Un cavaliere non mente, la menzogna è lo strumento di Sargantes e anche la più piccola bugia è un veleno che si deposita nel nostro cuore, scavandolo e svuotandolo, fino a renderlo una grotta vuota… pronta per accogliere il Dio degli Inganni… L’omissione invece è consentita, soprattutto l’omissione di informazioni nei confronti di coloro che non appartengono all’Ordine. Quindi ditemi, cavaliere, che intenzioni avete?”

    Un leggero, appena percettibile, sfumatura di minaccia si avverte nella voce del teologo, i pugni ora sono chiusi e posati sul tavolo.

    ------ MASTER 03 -------

  • #3738

    lotus
    Partecipante

    Il Vicario del Gran Maestro sostiene fortemente lo sguardo del Teologo senza alcun tono di sfida, ma senza mostrare timore e asserisce fortemente ” Sono lieto della vostra risposta e della vostra domanda.Intendo Servire Tharion, innanzitutto e difendere i deboli dalla minaccia dei Figli di Tharion e da Jaron, anche a costo della mia vita. Scrivero quindi due lettere identiche ai due gran maestri, ma non li informerò di aver scritto ad entrambi. Li inviterò a Minur, a schierare le loro forze contro il tradimenti dei confratelli, proprio qui dove sembra che la loro azione sia più forte.

    Non ho mai indietreggiato contro il male e porto su di me  i suoi segni, ( indica la faccia sfreciata dal fuoco, mostra il palmo della mano ove è segnata in nero una stella ad otto punte ed infine i segni sull’avambraccio, evidenti morsi di un lupo ) e non lo farò mai. Sarete al mio fianco, Padre Horace? ” Continua a sostenere il suo sguardo, annotando ogni suo possibile movimento od espressione.”

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.